giovedì 2 luglio 2015

INVESTIRE DI PIU' E MEGLIO!

E' l'innovazione il driver per l'Italia.

Bisogna saper valorizzare le eccellenze italiane
del settore della ricerca e dell'industria,
e favorire l'incontro tra piccole imprese
innovative o start-up e investitori finanziari
e industriali, nazionali e internazionali.

Innovazione è la priorità per tornare
a crescere.

La priorità è la produzione, e per farla serve
una massiccia cura di innovazione.

Se si lanciano idee nasce l'innovazione.
Giusto per ritrovare la via che conduce
all'intangibile che tiventa tangibile attraverso
una produzione proficua.

Una indicazione su tutte: investire di più
ma soprattutto meglio, perchè oggi in Italia
troppi fondi vengono distribuiti a pioggia
il cui risultato permane scarso.

Innovazione è anche la strada per competere
nella globalizzazione.

E' poi importante la cooperazione come ruolo
fondamentale per produrre una innovazione
che sia condivisa e partecipata.

giovedì 25 giugno 2015

IL CARICO FISCALE ESTIVO

Già pubblicato nel Gazzettino delle tre Venezie
dd. 25.06.2015

L'estate è arrivata e con sè l'acconto imposte
già scaduto che ha ridotto il risparmio o reddito
dei contribuenti in modo diseguale.

Perchè?

E' solo fantasia la certezza nel diritto tributario.

Come in diritto così in finanza la certezza si presenta
come una nebulosa che fa indebolire l'animo del
contribuente.

Serve un "tirami su" che porti certezza a ciò che si
paga.

Si sa da sempre che l'imposta deve avere un fondamento
razionale.

Ciò non avviene perchè il legislatore applica
il metodo della vaghezza per determinare l'aliquota
che produce il carico fiscale per i contribuenti.

Allontaniamo questi metodi generici tributari
che hanno solo il sapore fiscale e lavoriamo
per fasce di reddito che procurino equità
e principi di legalità e serenità.

Un imposta ben determinata deve avere il sapore
della giusta capacità contributiva.

Ha ragione Kaldor quando scrive che,
se manca una nozione fondamentale di reddito,
l'uguaglianza formale dell'imposta tratta
in modo diverso le classi di contribuuenti.

venerdì 12 giugno 2015

ATTENZIONE CHE ........

........."CHE  LA  MEMORIA CORTA PRODUCE
SEMPRE ALTEZZA  CULTURALE.


° Viene proposto per fine mese di giugno 2015
a San Pietro in Gu il "TEATRO IN PIAZZA".....
.....e retrodatata la data perche la commedia
rappresentata coincideva con la FINALE
DEL  CALCETTO, già precedentemente programmata
e autorizzata da sua altezza la sindaca.

....Ennesima battaglia tra giovani (alcuni suoi fedeli)
e la sindaca.

MA  NON  E'  FINITA  QUI!!!

La commedia "I BALCONI SUL CANALAZZO" -
Compagnia Benvenuto Cellini di Padova
è già stata rappresentata due volte
nel verde paesello:

1) A villa Zilio

2) Teatro in piazza

BUONA RIPETIZIONE!

IL PAESELLO STA VERAMENTE MATURANDO ! ! !

martedì 9 giugno 2015

IL SISTEMA E LE SUE CREPE

Le guerre sono sempre micidiali!

La coalizione sta scricchiolando e l'amico Renzi
sta raccogliendo qualche coccio, grazie alla sua linea
di credito fortemente indebolita.

Ogni premier raccoglie quello che dà.

Dalle Europee alle Regionali l'episodio
sta diventando realtà.

L'astensione ha fatto la sua parte causa la perdita
di fiducia del sistema, un po' colluso e zeppo
di crepe e diffamazioni ancora da scoprire.

Le riforme proposte dai governi e le leggi votate
dai parlamentari portano con sè strascichi di polemiche
e forti critiche, che portano la loro convalida in un metro
totalitario, e a volte qualche "inciucio" sorto sottobanco
tra le opposte fazioni.

Il risultato nasce dalla mancanza di trsparenza e lealtà.

Il sì o il no diventa "ni"!

La lealtà e la fiducia costituiscono una struttura
portante di ogni autentica relazione a tutti i livelli,
personale, professionale, sociale e politico.

Se non rispettiamo questa autentica fiducia si cade
per forza nella sopraffazione e divisione.

Una squadra diventa seria se vigila sulla verità.

Quando si parla troppo e si ascolta poco,
la saggezza perde il suo smalto, e così nel sistema
nascono le crepe che sono la negazione di ogni dialogo.

Proprio da qui scattano la malizia, l'ipocrisia,
la gelosia, la voglia di emergere e la menzogna.

In breve siamo in presenza di un sistema colluso.  

martedì 2 giugno 2015

WWW ALLA LADY DI FERRO!


IERI  SERA UN PAESANO, FEDELE ALLA BASSI,
MI HA TELEFONATO PER COMUNICARMI
LA VITTORIA DELLA LADY!


Li per li son rimasto male,
e poi ci ho pensato: "Non è possibile...ZIO CAN!"

IN REALTA' STAMANE LA STAMPA
NON  LA CONSIDERA TRA GLI  ELETTI!


                     F E L I C I T A'
CANTAVA ALBANO E ROMINA

....E COMPLIMENTI AI PAESANI CHE
HANNO ATTRIBUTO ALLA LADY LA PREFERENZA!

SEMPRE GRANDI!!!

lunedì 25 maggio 2015

TRA POCO SI VOTA !

La campagna elettorale è alle battute finali.
A volte accesa, a volte spenta, ricca di promesse
che troveranno applicazione in futuro.

Un buget di idee! Non prevedibili, però!

Posti a sedere, coalizioni strane, miscele
di individui molto promettenti che ambiscono
alla sedia, e nulla più.

Peccato che manca quella seria riflessione
di candidarsi "Per fare".

Tutti dovrebbero pensare al bene della
collettività, ai rischi cui è soggetto il sistema
economico, e poi al protrarsi della crisi
da un lungo periodo, anche se il politico
di grido afferma che è acqua passata al solo
scopo di calmare gli animi e indurli al voto,
a quel voto che li porta alla vittoria.

E intanto le cassette della posta si riempiono
di messaggi e locandine colorate ricche
di pensiero positivo, e difficilmente
traducibili nella realtà.

Mi sa, cari lettori, che il miglior governo
è quello che ci insegna a governarci da soli.

venerdì 15 maggio 2015

QUESTA SCUOLA CHE CAMBIA...

UNA  RIFORMA  EPOCALE...

IN  PEGGIO, PERO'

Dalla Moratti alla Gelmini, alla Boschi,
Giannini compresa, nulla è cambiato nell'impianto
sulla nuova scuola che continuerà a funzionare
male.

Ritocchi qua e là, promesse, e nulla più.

La scuola non è un'azienda che produce
pezzi di ricambio o altro, la scuola è e deve essere
una palestra di valore dove si producono talenti
o uomini/donne ben forniti di capacità e competenze
per un futuro migliore.

Questo pensiero glissa via in viale Trastevere,
e la Giannini fa il possibile per allacciarsi a MaryStar
per non farle concorrenza.

E così non cambiano le cose.

Si vuole cambiare, ci convincono di cambiare!

Boh, oggi tutto è epocale.

Questo termine mi dà fastidio, perché oggi
tutto è epocale, basta cambiare,
in peggio però!

Questo è il mio punto di vista.

E così l'aspetto culturale si fa sempre
più debole.

Per portare questa scuola nello stagno.